Sacro Monte di Varallo

Il Piemonte è una terra ricca di bellissimi luoghi da vedere e scoprire. In Valsesia si trova uno di questi meravigliosi posti che vale assolutamente la pena visitare: sullo sperone roccioso che sovrasta la città di Varallo, alla fine del XV secolo il frate francescano Bernardino Caimi progettò una piccola Terra Santa. Fece costruire modesti edifici dall’aspetto rurale che riproducevano i principali luoghi di Gerusalemme legati alla vita di Cristo rievocando al loro interno gli episodi che vi erano accaduti con statue e pitture.

Il Sacro Monte di Varallo, il più antico e rappresentativo tra i Sacri Monti presenti nei territori del Piemonte e della Lombardia, è stato dichiarato nel 2003 Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco. Costituito da 44 cappelle affrescate e una basilica, ci sono voluti circa due secoli affinché venisse terminato. Le cappelle, dislocate in un percorso di vie e piazzette, sono affrescate con oltre 4.000 figure e arricchite da circa 400 statue raffiguranti tutte scene della vita di Gesù Cristo e della Madonna. Diversi artisti, pittori e scultori, hanno lavorato alla realizzazione di questo complesso di edifici: fra i più importanti c’è anche Gaudenzio Ferrari, che collaborò con Beato Bernardino Caimi proprio durante la fondazione del complesso.

Raggiungibile tramite una funivia, attualmente un gruppo di volontari formati sono a disposizione per accompagnare i visitatori per tour guidati del complesso, e vi faranno entrare nell’anima di questo luogo raccontandovi le storie e gli artisti che ad esso sono legati.

NOTE: La Basilica rispetta i seguenti orari: dalle 8.30 alle 12.20 – dalle 14.15 alle 18.30. Il servizio della funivia invece segui l’orario estivo: Lunedì – Venerdì: 9:00 – 18:00, Sabato – Domenica e Festivi: 9:00 – 19:00

Manera Ristorante – Disco Pub

Ristorante – disco pub situato vicino al parcheggio delle seggiovie di Scopello. Patty & Ely: due amiche e socie, dieci anni fa di ritorno da un viaggio, ebbero la fortunata idea di dar vita ad un locale. Le due ragazze carismatiche, trascinavano già da tempo gruppi grandissimi di amici in fantasiose e numerose feste a tema. Perché allora non fare di questo passatempo una attività? Detto fatto..o quasi! Perché se non sempre tra il dire e il fare c’è il mare, a volte comunque c’è un fiume che scorre e ogni progetto nasce a poco a poco. Insomma, per far bene le cose ci vuole …”Manera”, cioè , ci vuole misura e calma. Comunque Patty & Ely han visto giusto e il loro fiuto da “streghe” walser non le ha ingannate. Il Manera dieci anni fa è stato il primo pub giovane di Scopello, subito caratterizzato da una avvincente impronta e da un’atmosfera unica. Un ottimo punto di ristoro dove fermarsi per ricaricare le proprie ebike e godersi succulenti hamburger. Un’ottima scelta per fare il pieno di energie prima di partire e andare alla scoperta della Valsesia da una posizione strategica: il nostro Be•E Point è direttamente sull’itinerario Balmuccia – Alagna ed è punto di partenza del tracciato Scopello – Mera – Rassa.

Balmuccia Alagna

Aggiornamento percorso Giugno 2021: è sconsigliato ai non esperti il tratto di fino a Scopetta causa sentiero di difficile percorribilità e non sempre accessibile. Preferibile mantenersi sulla SP299 fino a tale località, per poi riprendere il tracciato originale.

NOTE:

Punti di ricarica lungo il tracciato nei punti Alpe Meggiana (rifugio), Campertogno (Il Gatto e La Volpe), Alagna (Bar delle guide) / Parcheggio gratuito alla partenza del tracciato

CARTELLO GIALLO – NUMERO 1 in campo VERDE

PARKING – Sulla Strada Provinciale 299 all’altezza di Balmuccia ,si incontra il cartello giallo della ciclabile e, girando a destra, si prosegue seguendo le indicazioni gialle per giungere sino al parcheggio della Scuola oppure, proseguendo verso il basso, e superando un piccolo tunnel , a quello del Centro Canoa e Rafting Monrosa. Da qui parte un interessante sentiero che, una volta attraversato il ponte sul Sesia, si inoltra sul fianco della montagna con una suggestiva vista sul canyon sottostante e, superando alcuni dislivelli impegnativi, giunge al ponte più a nord che, una volta attraversato, conduce all’abitato di Scopetta raggiungibile attraversando la SP 299. Da qui si esce per 400 mt.ca. sulla Provinciale per infilarsi sulla ciclabile di Muro di Scopa e poi, percorrendo il marciapiede ciclabile ,all’altezza di Scopa, si riattraversa la Provinciale per poi riprendere nuovamente il lato sinistro orografico del Sesia sino all’attravesamento del Ponte di ferro. Da qui si recupera quota con un dislivello impegnativo ma, reso gradevole dall’attraversamento di boschi di castagno per ridiscendere in frazione Chioso raggiungendo Scopello. Un tratto di ca. 1 km. su strada asfaltata conduce all’imbocco del largo sentiero che, in maniera agevole raggiunge Piode sul lato destro orografico del Sesia. Da qui si arriva al Ponte di Quare dopo aver superato un bosco di larici. Dopo 100 mt. in direzione Rassa, sulla destra si imboccata la strada asfaltata che scende sul piano e che attraversa per quasi 2 km. ampi prati e cascine con allevamenti di bestiame. Giunti a Campertogno si lascia il Sesia sulla destra e si sale su strada asfaltata sino alla graziosa frazione Rusa. Da qui si rientra su di un sentiero boschivo che conduce a Mollia e si prosegue con moderata pendenza in un contorno di rigogliosa vegetazione sino a Otra Sesia. Da questo punto, si imbocca la generosa strada sterrata, recentemente realizzata, che si inoltra in uno spettacolare e imponente bosco di larici. Superati un paio di dislivelli impegnativi ma, brevi si giunge al ponte di Isolello che, attraverso una ripida ma, ampia rampa, permette di raggiungere il ponte pedonabile che attraversa il Sesia permettendo di tornare a percorrere il lato sinistro orografico del Sesia. Proseguendo su un ampio e agevole sterrato ,a tratti ricoperto interamente da un tappeto erboso, si giunge alla frazione Balma di Riva Valdobbia e da qui si prosegue senza particolari difficoltà sino al ponticello che, attraversato ci porta sulla Circonvallazione dove l’indicazione sulla sinistra dell’ultimo cartello giallo ci permette di raggiungere il centro di Alagna potendo ammirare gli scorci più suggestivi. Per chi non volesse percorrere tutti i 35 km del percorso, esiste la possibilità di accedere al percorso nelle seguenti località: Balmuccia (partenza), Scopa, Scopello, Piode, Campertogno, Mollia, Riva Valdobbia, Alagna (arrivo).

30 Maggio – Podere Ai Valloni: Cantine Aperte

podere-ai-valloni-boca-cicloturismo-01a

L’appuntamento con Cantine Aperte al Podere ai Valloni sarà domenica 30 maggio: vi accoglieremo per visite e degustazioni alle 11 (con pranzo al Podere) e alle 15.30.
Il costo del pranzo è di 35€ a persona e comprende tre portate e la degustazione dei vini (bambini 15€).
La consumazione di calici oltre a quelli previsti dalla degustazione sarà calcolata a parte.
Anche per questo evento la prenotazione – entro il 28 maggio per permetterci una migliore organizzazione – è obbligatoria.
L’evento si svolgerà nel pieno rispetto di tutte le normative anti-Covid.
Mascherina obbligatoria

Contatti (anche per informazioni): 351 7049154

Email: commerciale@podereaivalloni.it

Link all’evento: https://www.facebook.com/events/485273099484515/

Parte il Giro d’Italia 2021! Anche Be•E si colora di rosa

Sabato 8 maggio parte la 104esima edizione del Giro d’Italia. La manifestazione sportiva che è diventata la festa di primavera, una colorata carovana itinerante che attraversa l’Italia, toccando grandi città e piccoli borghi. Un’occasione unica per far conoscere il nostro magnifico territorio, dalle bellezze più note agli angoli più nascosti.

Noi di Be•E abbiamo deciso di dedicare un piccolo spazio giornaliero a questo grande evento.

Innanzitutto perché immergersi nel territorio è uno dei cardini dell’attività di Be•E. Esplorare, scoprire e raccontare le bellezze artistiche e paesaggistiche è quello che facciamo ogni giorno per sviluppare la nostra community.

Ma non solo. Quest’anno il giro assume una valenza particolare. Al consueto entusiasmo che accompagna la carovana si unisce il desiderio di tutti di ripartire, di parlare di colori più per le maglie indossate dai leader delle varie classifiche che per le zone in cui è diviso il nostro paese. Insomma l’Italia riapre le porte e abbatte i confini regionali. Più che mai il Giro quest’anno sarà un mix di passione e entusiasmo, ma anche un’opportunità di promozione per tante realtà. Nella nostra attività anche noi stiamo aiutando i nostri partner e le piccole comunità a valorizzare la loro proposta turistica, specialmente dopo un periodo così difficile.

Infine, lo ammettiamo, c’è anche un pizzico di campanilismo. Siamo piemontesi e quest’anno il Piemonte sarà assoluto protagonista del Giro. Quattro tappe, tra cui la partenza di Torino e due ultime tappe prima della crono finale. Due tappe di montagna in cui molto probabilmente si deciderà la classifica finale. Ma anche due tappe che attraverseranno territori dove abbiamo molte proposte per itinerari in bicicletta e Be•Point dove soggiornare. Nei giorni precedenti a questi arrivi dedicheremo loro ampio spazio.

Ma non ci limiteremo a questo. Giorno per giorno vi accompagneremo raccontandovi qualcosa dei luoghi protagonisti di ogni tappa.

Il giro passa e non si ferma, c’è sempre un traguardo da inseguire. Noi invece, senza classifiche da guardare, ci fermeremo per approfondire i luoghi che verranno toccati. E per cercare sempre nuovi itinerari da vivere in sella a una ebike.

A proposito, in concomitanza del Giro dei professionisti ci sarà anche il Giro-E dedicato alle biciclette con pedalata assistita. Naturalmente non mancheremo di parlarvi anche di questo.

Buon giro a tutti!!

23 Maggio – Podere Ai Valloni: Giornata Nazionale delle Dimore Storiche

podere-ai-valloni-boca-cicloturismo-01a

Torna l’appuntamento annuale con l’Associazione delle Dimore Storiche Italiane ADSI!
Vi aspettiamo domenica 23 maggio secondo il programma illustrato qui di seguito.
Visite guidate alle ore 10.00, 11.30 e 16.00. Dopo le visite delle 10.00 e delle 16.00 chi vorrà potrà degustare i nostri vini al costo di 10€ a persona.
Dopo la visita delle 11.30, alla degustazione sarà abbinato un piatto di prodotti tipici locali al costo di 20€ a persona.
Suggeriamo di completare la giornata con la visita a Casa Cobianchi in centro a Boca, a pochi minuti dal Podere ai Valloni
Prenotazione obbligatoria. L’evento si svolgerà nel pieno rispetto di tutte le normative anti-Covid. Mascherina obbligatoria.

Contatti (anche per informazioni): 351 7049154

Email: commerciale@podereaivalloni.it

Link facebook: https://www.facebook.com/events/306547664344180/

Baveno – Pallanza. Un viaggio in un’oasi naturale

Il percorso parte da Baveno e si snoda quasi interamente lungo il lago, con una bellissima parentesi nella riserva naturale di Fondotoce.

Partenza dal Be•E Point Artelago, un delizioso holiday apartment gestito da Paolo e Madalina con una splendida vista sul Lago Maggiore. Situato nella frazione di Loita, il più alto dei borghi di Baveno, Artelago unisce una bellissima location con il talento di pittrice di Madalina, che ha creato qui la sua galleria e impreziosito tutti gli appartementi con le sue opere. Artelago offre anche il servizio di noleggio di ebike, sia per adulti che per bambini.

Prese le bici si parte. Prendiamo la discesa che ci porta verso Baveno, ammirando a ogni tornante la bellezza del lago. Giunti in fondo alla discesa si gira a sinistra e seguendo la strada si arriva alla rotonda che regola il traffico sulla SS33, la statale che costeggia la sponda piemontese del Lago Maggiore. Qui andiamo a sinistra in direzione Fondotoce. Qualche centinaio di metri sulla statale e subito si può imboccare la ciclabile che porta a Feriolo, la frazione di Baveno che si affaccia sul golfo Borromeo con il suo delizioso porticciolo.

Questo piccolo borgo merita una visita, con le sue case affacciate sul lago, la bella passeggiata che costeggia la spiaggia e i graziosi locali. Curioso e da vedere il piccolo ‘paesino sommerso’:  nel 1867, durante la costruzione dell’allora nuovo porticciolo, una frana travolse una parte del paese che sprofondò nel lago e i resti sono ancora oggi visibili scendendo a 18 metri di profondità.

Pages: 1 2 3

Artelago – holiday apartments

Trascorrere una vacanza tra la meraviglie del Lago Maggiore e il relax di appartamenti comodi e in una posizione unica.

Scegliere di soggiornare sul Lago Maggiore è sicuramente l’occasione per visitare luoghi incantevoli, farlo in uno dei 5 appartamenti vista lago di ARTELAGO è il modo per concedersi una coccola in più per te e per chi ti accompagna.

Inoltre Artelago rent E-bike mette a disposizione un grande numero di E-bike, biciclette a pedalata assistita delle migliori marche nei modelli Front e Full tutte con batteria le quali permettono grandi autonomie per il turista e le persone che desiderano percorre le strade o i sentieri ciclabili che circondano i laghi Maggiore – Orta – Mergozzo e visitare i luoghi e valli circostanti. Il noleggio può essere effettuato partendo dalla nostra sede dove potrete parcheggiare tranquillamente la vostra auto.

Podere Ai Valloni

podere-ai-valloni-boca-cicloturismo-01a

Il Podere ai Valloni è una realtà storica dell’Alto Piemonte che produce Boca DOC dal 1980. Situata lungo l’antica strada Traversagna fra le colline, è una cerniera fra la zona dei laghi d’Orta e Maggiore, celebri per la bellezza dei paesaggi, delle ville e dei parchi, e la lunga vallata scavata dal Sesia e dai suoi affluenti, che sale fino al massiccio del Monte Rosa, paradiso degli amanti della montagna.

La massima cura è riservata alla conduzione della vigna, dalla lavorazione del terreno alle tecniche di potatura manuale. Il vigneto è condotto in regime di agricoltura biologica certificata, senza alcun diserbo chimico, con ridottissimi trattamenti ed una impegnativa selezione dei grappoli.

Il microclima, piacevolmente ventilato per le correnti fresche che discendono dalle valli, favorisce la maturazione delle uve che fino a ottobre si arricchiscono di colori, profumi e sapori. Di più, il vigneto radica sulle rocce del Supervulcano della Valsesia, porfidi dal caratteristico colore rosso-violaceo che donano le peculiari caratteristiche di eleganza e mineralità ai nostri vini.

Al Podere produciamo Boca DOC Vigna Cristiana, Colline Novaresi Nebbiolo DOC bio Gratus e Colline Novaresi Rosso DOC bio Sass Russ. Vini che sono prodotti esclusivamente con le uve di nostra produzione con una resa per ettaro volutamente molto bassa, a privilegiare la qualità rispetto alla quantità.

Percorso Antonelliano Itinerario Rosa – Romagnano Sesia / Boca / Maggiora / Fontaneto d’Agogna / Ghemme



BicinVigna con Antonelli è un itinerario cicloturistico che, partendo da Villa Caccia a Romagnano Sesia, si snoda nelle Colline Novaresi, attraversando il Parco del Monte Fenera, il Piano Rosa e la Baraggia, alla scoperta delle architetture di Alessandro Antonelli. Tra boschi e vigneti emerge il fascino di un territorio collinare, con sfondo l’arco alpino in cui svetta il Monte Rosa.
Il percorso cicloturistico ha lo scopo di far conoscere il territorio delle Colline Novaresi e le sue eccellenze enogastronomiche a ciclisti e non, amanti della vita all’aria aperta, della possibilità di muoversi in percorso di media difficoltà e di ampliare le proprie conoscenze naturalistiche.
L’itinerario è ideato dal Museo Storico Etnografico in collaborazione con l’Agenzia Turistica Locale e il Comune di Romagnano Sesia, con il patrocinio dell’Ente di Gestione delle Aree Protette della Valle Sesia e dell’Ente di Gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore e dei 9 Comuni toccati dall’itinerario: Romagnano Sesia, Prato Sesia, Cavallirio, Maggiora, Boca, Cureggio, Fontaneto d’Agogna, Cavaglio d’Agogna, Ghemme

Partenza da Villa Caccia di Romagnano Sesia – Santuario di Boca – Chiesa di Maggiora

L’Itinerario rosa si sviluppa sul territorio dei comuni di Romagnano Sesia, Cavallirio, Boca, Maggiora, Cureggio, Fontaneto d’Agogna, Cavaglio d’Agogna e Ghemme.
La percorribilità è ottimale con la MB o con la Gravel ed un discreto allenamento dalla primavera all’autunno; la differenza dei colori nelle varie stagioni lo rendono sempre nuovo; gli scorci caratteristici e il panorama spaziano dalla pianura alla catena montuosa del Monte Rosa.
Dal percorso principale, di seguito descritto, si può scegliere di articolare due semi-percorsi, l’uno più incentrato sull’area delle Colline Novaresi, l’altro maggiormente sul corso del fiume Sesia.
Partenza e arrivo dalla Villa Caccia, sede del Museo Storico Etnografico della Bassa Valsesia a Romagnano Sesia, attraverso un tratto della Riserva Naturale Orientata delle Baragge. Il percorso si snoda in prevalenza su strade sterrate con tratti asfaltati, prediligendo quelle con poco traffico per una piacevole pedalata in sicurezza.